Tempo a prestito

Vivo in un tempo

a prestito

sospeso io sto

in un oggi

chiuso bruciar

d’ansie

senza alcuna apertura

e rifugio

nemmeno sull’ieri.

Presto dovrò render

conto

ma vuota è la mia

borsa

non potrò così pagar il mio

riscatto

mi attacco con forza

a questo contingente

di angoscia

mio unico avere.

 

Il tempo a prestito non è solo il tempo della morte, ma anche lo stato d’ansia ed insicurezza che ognuno di noi vive ( gli ammalati li vivono entrambi).

Il nostro tempo non è nostro appartiene ad altro , al Tempo, è un prestito, un limite che l’altro ci pone.

Appartiene il tempo della vita alla morte? È  la vita un inciso nel tempo mortale? O è la morte un incidente nel tempo della vita in attesa che essa, la morte, possa essere debellata? Questo farebbe pensare chi crede nell’immortalità non solo dell’anima e chi      nel potere assoluto ed incontrastato della scienza.

7 Novembre 2019.

Ciro Gallo