Satira facile

Abbiamo sempre riso alle battute anche, o soprattutto, quando toccavano la parte politica a noi vicina. In questo differenziandoci dalla destra, che ha sempre avuto la consegna del “nemmeno un sorriso”, quando si tratta di Berlusconi. Abbiamo pero’ sempre ritenuto che la satira dovesse attaccare il potere e che fosse piu’ sprezzante con la prepotenza di questo e non che si accanisse contro la sofferenza. Quest’ultima e’ satira facile, per un ridere poveramente cinico. Opportunistico. Senza rischio.

Facile e’ stata la satira di Crozza su Bersani. Niente di originale. Uno scimmiottare la sua comunicazione alla stampa, accanendosi contro la sofferenza, l’angustia e la serieta’ di una persona. Piccolo sciacallaggio!

Tant’e’, ha reso piu’ solidali con Bersani noi che, solo per antica militanza, non ci siamo astenuti ed abbiamo votato per il centrosinistra. Facciamo cosi’ nostra la sua angustia, per l’esito elettorale, e soprattutto la sua serieta’.

Ciro Gallo